Il caso di Rattopennugo, 
negozio di antiquariato

Dalle idee alla realizzazione, passo per passo

Scheda tecnica

Città

Genova, centro storico

Obiettivo

Più richieste di contatto

Periodo di analisi

14 giugno - 30 settembre

Elena aveva un sito web, ma molto obsoleto.

Di quelli come tanti, di quelli del “tanto per averne uno”.
L’antiquariato ha un target molto particolare: persone che hanno una grande sensibilità, senso di ereditarietà e un sistema di valori quasi cavalleresco; una realtà antica, dove il digitale non è sempre ben accolto.

Così le abbiamo proposto una vera e propria sfida: puntare ad una clientela più giovane attraverso una modalità di comunicazione svecchiata, frizzante e anche educativa, per istruire le nuove generazioni e introdurle a questo vecchio (ma al contempo attuale) angolo di mondo.

Come abbiamo cominciato?

Con una bella chiacchierata. Ci siamo messi intorno ad un tavolo, armati di carta penna e vino, e abbiamo spulciato il cervello di Elena: che tipo di prodotti vende di preciso, da quanto tempo gestisce l’attività, che fascia di prezzi copre, ecc.

Il suo cliente tipo (buyer persona)

Le abbiamo chiesto di riflettere sui clienti abituali, sulla loro professione, sul tipo di interessi che hanno, che tipo di educazione hanno ricevuto, richiamando qualche aneddoto specifico.
Lo scopo era quello di creare un profilo del cliente ideale, così come un profilo del cliente da evitare assolutamente.

Piccoli passi, grandi cambiamenti

Abbiamo ideato una strategia di local SEO, sulla quale si è basata la struttura del sito.

Da lì, un intenso lavoro di copywriting: testi semplici, facili da leggere e divertenti (come l’anima di Elena), ma mantenendo sempre quell’aura fiabesca e romantica di cui l’antiquariato è impregnato.

Infine ci siamo lanciati sulla grafica, basata sul logo già esistente del negozio: una bella R bordeaux, intrecciata in fiori e rampicanti, a richiamare il concetto di ricerca delle bellezze nascoste.

Perché entrare in un negozio di antiquariato è un po’ come fare gli esploratori...non sai mai quello che ti aspetta.

Local seo...ma non troppo.

Molti clienti di Rattopennugo arrivano da fuori città, poiché Genova è ricca di case al mare di chi viene dall’entroterra e dal lombardo: così abbiamo cercato di migliorare il posizionamento per “antiquariato online” e le sue parole chiave correlate, nonostante il sito non sia un e-commerce.

Il versante social: qualche dritta e poi via sulle sue gambe!

Elena non aveva il budget per una campagna di marketing, perciò l’abbiamo istruita per imparare a gestire da sola il suo profilo Instagram. Le abbiamo spiegato come doveva fotografare i suoi prodotti, che tipo di messaggio doveva trasmettere e di mettere in chiaro il prezzo (perché sì, è importante e va fatto. Se non sai perché, contattaci e te lo spiegheremo).
C’è però da dire una cosa: Elena ha davvero una bella parlantina e sa bene cosa scrivere dei prodotti che vende. Non è da tutti avere un canale social così attivo e che attiri davvero le masse.
Brava Elena!

Risultati ottenuti

Flusso di utenti che hanno visitato il sito nel 2019 (in blu), a confronto con il flusso di utenti del 2018 (in arancione)

I numeri

Valori ottenuti utilizzando Google Analytics, Ubersuggest e diversi strumenti di monitoraggio SEO
12

Parole chiave organiche in prima pagina

+91%

Nuovi utenti

+90%

Tempo che gli utenti trascorrono sul sito

+67%

Numero di sessioni

Lavorare meglio, non di più

Sono passati più di tre mesi, e i risultati sono stati buoni, sia come riscontro in negozio che sulla carta. Rispetto all’anno precedente:
  • il numero di sessioni sul sito è letteralmente raddoppiato;
  • il tempo medio per sessione sul sito è aumentato, mentre i rimbalzi sono sensibilmente scesi;
  • le keyword principali sono migliorate di posizionamento, raggiungendo la top 3;
  • ha raggiunto la posizione n°1 per “negozio antiquariato” localizzato sulla città di Genova, quando tre mesi prima non era nemmeno in terza pagina.

Nuovi progetti in cantiere  (verso l'infinito e oltre...gli appennini!)

Durante il monitoraggio del sito, abbiamo scoperto che una buona percentuale di utenti ha provenienza britannica, francese e scandinava; avendo la possibilità di spedire in tutto il mondo, Elena ha deciso di affidarsi nuovamente a noi per tradurre il sito in inglese.

Ha inoltre deciso di commissionarci: 

  • la realizzazione di un piccolo e-book, da regalare agli utenti (per gli addetti ai lavori, un lead magnet) al momento della sottoscrizione alla newsletter del sito 
  • la creazione della sezione "blog", con un calendario editoriale semestrale;
  • la redazione di un piano editoriale per il suo profilo Instagram, per tutto il 2020.

Vuoi realizzare un progetto con noi?

Scrivici
Il testo del logo di ChiocciaLab
ChiocciaLab di Matteo Greco
via Brigata Liguria 1/9A - 16121 Genova
P.I.: 02494220995 - REA: 491797
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram